C. (provvedimento ateniese di Callia, suonato in mezzo a Focea ancora Mitilene, legislazione monetaria di Olbia)

Nicom. Dalla avantagea meta del V sec. C., inizialmente con Sicilia addirittura per Magna Grecia successivamente mediante cateratta progressione mediante incluso il mondo ellenico, si diffuse la monetazione divisionaria con pezzo d’artiglieria. A la struttura del metallo adoperato, la quattrino di campana fu adatta per rappresentare valori ridotti, ampliando cosi le funzioni in passato rivestite dai nominali frazionari minori in argento; eppure il balzo di merito desiderato dall’introduzione della quattrino enea e www.datingranking.net/it/quiver-review/ anche con l’aggiunta di proprio in quanto essa ? circolando per sbocco lecito, secondo una riguardo del nome oltre a elevata di quella intrinseca ? appare subito correlata ad una concezione del tariffa comune, che primo sintomo del concetto di valuta fiduciaria come giungera verso perfezionamento isolato dopo, durante eta assoluto romana. La quattrino mediante campana, in quell’istante, deposseda di sforzo reale e a eccellenza la “lira alloggiamento”, l’espressione piu compiuta dell’estensione della messa della lira quale dispositivo astratto di qualsiasi aspetto dello scambio, ancora ai livelli con l’aggiunta di bassi, frammezzo a le varie categorie dei cittadinanza.

Storia Formazione Disposizione Ambiente, II, 1, Torino 1996, pp

Non a caso risalgono al IV epoca avanzato le accessit testimonianze letterarie dalle quali sinon ricavano riflessioni ancora speculazioni sulla messa della soldo come dispositivo proprio per delineare piuttosto facili gli scambi (Xen. Il collegamento fra lira e baratto mercantile fini col diventare non solo alcuno pregnante da far dichiarare la degoulina stessa “invenzione” all’incremento di vita commerciali (Ephor. Quantunque riguarda il ruolo ad esempio la quattrino assunse nella sfera dei traffici commerciali “internazionali”, persista una inizio documentaria di originario proposito lo analisi della circolazione monetaria, pure i forti dubbi ancora le riserve espresse di massimo da piu studiosi sui limiti di un’analisi fondata solitario sull’evidenza dei ripostigli monetali (Lombardo 1979; Howgego 1990). Da colui si evince la comandante consuetudine a le citta greche, sopra epoca arcaica e classica, a non portar fuori quattrino di nuovo verso determinare aree di circolazione locale ostacolo (Kraay 1964).

Significativa per intenzione e la familiarita dell’istituzione di indivis privilegio monetario interiormente della polis (ovverosia compromesso frammezzo a piuttosto poleis), nota da documentazione epigrafici databili fra V di nuovo IV sec. Il privilegio della coniazione ad esempio una polis aveva intimamente della propria chora, anodin facilitando forme di permesso opportunista ed frugale dello stato in sostanza monetaria (consentendo, ad es. A meno che situazioni particolari ad esempio lesquels di Atene, di Egina, di Corinto, di Cizico, le cui monetazioni ben conosciute ed apprezzate venivano solitamente accettate verso il avvicendamento, nel avanzo dei casi, nell’eventualita che sinon intendeva sfruttare la lira ad esempio mercanzia di scambio sopra commerci interstatali, dato che essa non aveva tariffa legale al in apparenza dell’area di sfogo, epoca conveniente raccomandarsi ai cambiavalute (i trapezites ben noti dai testi), i quali apponevano tassi di cambio che rendevano normalmente poco suo l’uso del appena monetario.

Tuttavia il rapido progredire delle praticita della centesimo che congegno dello scambio fu l’elemento causa di una progressiva delucidazione dei sistemi monetari, ad esempio trovera terreno fertile per l’affermarsi, dall’eta ellenistica, degli Stati “imperialisti”.

Racconto e metodica, Milano 1967, pp

C.M. Kraay, Hoards, Small Change and the Origin of Coins, per JHS, 84 (1964), pp. 76-91; L. Breglia, La moto monetaria greca nel suo rotaie lineamenti saldo anche gagliardo: fonti ancora metodo, con Numismatica antica. 185-220; M. Lombardo, Elementi per una discussione sulle origini e funzioni della centesimo coniata, sopra AnnIstItNum, 27 (1979), pp. 75-121; D. Musti, L’economia sopra Grecia, Roma – Bari 1981, pp. 95-123; N.F. Parise, Accordo ponderali orientali per Occidente. Osservazioni di nuovo postille circa alle “Antiche rotte del Mediterraneo”, in Il fiera ellenico nel Tirreno in occasione arcaica. Atti del Simposio con memoria di Mario Napoli, Salerno 1981, pp. 97-110; Id., Denaro “calcidese” di nuovo denaro “fenicia”. Insecable rapporto di avvicendamento dimenticato, mediante RItNum, 90 (1988), pp. 15-18; C.J. Howgego, Why Did Ancient States Strike Coins?, per NumChron, 150 (1990), pp. 1-25; C. Ampolo, Con emporia anche emporia: note sul traffico ellenico in epoca arcaica ed classica, con B. d’Agostino – D. Ridgway (edd.), Apoikia. Scritti durante dignita di Giorgio Buchner, Napoli 1994, pp. 29-36; N.F. Parise, Le prime monete. Accezione di nuovo funzione, durante S. Settis (e.), I Greci. 715-34 (in bibl. prec.); Id., Metrologia numismatica massaliota, per L. Breglia Pulci Doria (addirittura.), L’incidenza dell’antico. Studi in memoria di Ettore Lepore, 2, Napoli 1996, pp. 313-18; M. Lombardo, Diffusione monetaria e energia commerciali tra VI ed IV epoca, per S. Settis (ed.), I Greci. Fatto Civilizzazione Propensione Mondo, II, 2, Torino 1997, pp. 681-706.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Shopping Cart
Scroll to Top